RISTRUTTURARE CASA OGGI



Si ristruttura sicuramente quando si cambia casa, se ne acquista una nuova ed è quasi d’obbligo.. ma ormai da più di un anno grazie agli incentivi statali per far ripartire le imprese nel nostro Paese, anche chi rimandava certi lavori per timore di non rientrare economicamente, oggi, lo fa a cuor più leggero.


I prezzi di una ristrutturazione è ricca di molte variabili che entrano in gioco, capire anche se state per fare una ristrutturazione straordinaria o ordinaria, che tipo di intervento che entità, le condizioni iniziale dell’immobile, i materiali usati e tanto altro.. E quindi iniziate a fare preventivi giustamente. Decidere anche se affidarvi ad un architetto oppure no..


Ma cerchiamo di dare alcuni punti fermi, ad oggi:

Esiste ancora la possibilità di avere un bonus; questo vale sia per le manutenzioni ordinarie che straordinarie. Il bonus è valido epr i lavori effettuati entro l’anno e la percentuale ammonta circa al m 36% per una spesa massima di 48.000 euro ad unità immobiliare.



-QUALI SONO I LAVORI DI MANUTENZIONE ORDINARIA?

Comprende tutti quei lavori minori con i quali si interviene sugli spazi esistenti dell’abitazione. Questi includono tutti gli interventi che non vanno a modificare le strutture esterne o le dimensioni della casa. E proprio per questo non necessitano di CILA o CIL.

Esempi:

-installazione serramenti

-costruzione o spostamento pareti

-miglioria di impianti elettrici o idrici

All’esterno vengono considerate manutenzioni ordinarie il rifacimento del tetto o facciate, riparazioni di balconi o pavimentazioni esterne e per fare ciò devono essere usati materiali con le stesse caratteristiche e colorazioni di quelle precedenti.


-QUALI SONO I LAVORI DI MANUTENZIONE STRA-ORDINARIA?

Consistono in opere di edilizia minore che non alterano le superfici o il volume dell’immobile.

Nelle case da ristrutturare comprendono:

-consolidamento o rinnovamento della struttura dell’immobile

-interventi su facciata o sostituzione di infissi

-creazione di giardini, balconi o cortili


Per questi lavori e altri che vanno a modificare in maniera importante la casa, occorre chiedere il permesso in Comune, quindi CILA o CIL.

Se si interviene sull’intera struttura sia interna che esterna cambiando in modo sostanziale l’aspetto della propria abitazione, si parla di “grandi opere”, tipo costruzione di un nuovo edificio o ampliamento di stanze preesistenti, e qui c’è bisogno di avere una concessione edilizia


Poi ci sono gli interventi antisisimici

Il nostro Pese purtroppo ha visto e vede eventi di terremoti e forti scosse sismiche che sono state in grado di radere al suolo interi paesi. Per questo avere un incentivo così importante per le zone interessate è una cosa ottimale da sfruttare al massimo.

E si possono mettere in sicurezza case e abitazioni facendo:

-installazioni di supporto per la struttura

-consolidamento delle murature

-consolidamento delle strutture in legno

-installazione di isolanti sismici

-Inserimenti di giunti strutturali


E’ bene fare più preventivi come consigliavamo all’inizio di questo articolo. Informarsi su quale Ditta accetta il credito che vorrai cedere ed usufruire così al 50% di sconto immediato in fattura.

Informarti se la suddetta può fornire tutte quelle carte burocratiche come visto di conformità, asseverazione, pratiche ENEA, professionisti come Architetti o Geometri a cui affidarti qualora volessi, e che soprattutto sia seria e abilitata a fare queste operazioni.

Fa gola il fatto di poter finalmente ristrutturare casa spendendo meno, ma non deve farci incappare in guai burocratici da cui è difficile uscirne.



Stanno cambiando molte cose in fatto di Bonus ed Ecobonus, proprio in questi giorni.


Vi teniamo aggiornati e potete contattarci per ogni dubbio; tutto ciò che avete letto, noi lo facciamo.



27 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti