L’illuminazione di un condominio: alcune idee…

Per chi vive nelle grandi città, la scelta di abitare in un condominio a volte è quasi obbligata. A differenza delle abitazioni indipendenti il condominio si sviluppa in altezza e dalle dimensioni variabili, a volte molto notevoli, basta affacciarsi nelle zone periferiche delle città per trovare condomini anche da 15 piani.


Anche la loro gestione è decisamente complicata, da parte di un amministratore o di chi per lui, comportando un impegno non indifferente a partire dall’amministrazione degli aspetti economici, per passare ai problemi del singolo fino alla gestione della manutenzione ordinaria.


E qui entrano in gioco le parti comuni dei condomini, per cui tutti devono collaborare economicamente in basi ai millesimi posseduti.

Uno degli aspetti è sicuramente l’iiluminazione! Che andrà ad interessare sia le zone interne che quelle esterne al condominio.


Vediamo nel dettaglio:


Spazi comuni interni:

Sono spazio fondamentali proprio perché appartengono a tutti e sono di continuo passaggio. Di conseguenza, è logico pensare che stabilire le qualità, le peculiarità e l’estetica di aree simili, cercando di mettere d’accordo tutti i singoli proprietari di un appartamento condominiale, non è cosa da poco.

I punti luce sono tantissimi e le scelte illuminotecniche possono mettere a dura prova anche i più esperti amministratori.





Ogni androne avrà il suo punto luce principale generalmente collocato sul soffitto, ma possono esserci anche faretti a led magari sulle pareti laterali o sul pianerottolo che accompagna l’ascensore magari.

Per non parlare delle scale e ogni pianerottolo, che esigono una corretta illuminazione.

Le cantine anche hanno una loro illuminazione, anzi quest’ultima è spesso trascurata scegliendo neon vecchio tipo o alogene che poca luce fanno e si consumano anche rapidamente.


Spazi comuni esterni:

All’esterno di un condominio, generalmente per un raggio massimo di una decina di metri (il valore può variare a seconda della grandezza del condominio), sono localizzati punti luce atti ad evidenziare la stessa struttura condominiale, nonché a mostrare i punti di accesso alle unità abitative.

Si pensi a un condominio cinto da cancellate e ringhiere, ma dotato di un ampio giardino circostante all’area effettiva del fabbricato. Il giardino, presumibilmente, andrà illuminato nel corso della notte, così come andranno illuminati gli spazi adiacenti ai portoni e alle vie di fuga.




Entrando nel dettaglio, le possibili soluzioni luministiche, adottabili nelle aree esterne del condominio, sono ampie e varie. Un giardino può essere rischiarato con grande effetto scenografico dai classici lampioncini, disponibili in una vasta gamma di versioni differenti: il mercato offre soluzioni moderne, caratterizzate da lampioncini minimalisti e dall’estetica semplice, e soluzioni più vintage, contraddistinte da decorazioni più evidenti e richiamanti uno stile classicheggiante.

La scelta, logicamente, è a discrezione dei proprietari delle singole unità condominiali.

Oltre a ciò, gli inquilini dei condomini si troveranno a scegliere le caratteristiche dei punti luce presenti nei pressi di porte e portoni.

I punti luce in questione detengono una grande rilevanza, poiché la loro illuminazione consentirà di entrare o uscire dal condominio in tutta sicurezza, anche in orari in cui la luce naturale è scarsa o del tutto assente. Potrai optare per faretti segnapasso, applique da esterno e tante altre tipologie di proiettori da esterno.


Quali elementi illuminanti scegliere?

Bè sicuramente energia led! Il risparmio è assicurato e sul badget condominiale sarebbe un peso decisamente inferiore rispetto ad altri tipi di scelta. E a lungo andare ci sarebbe il completo recupero e guadagno sulla spesa iniziare che è solo apparentemente più alta.

In base a come è strutturato anche stilisticamente un complesso condominiale, si può scegliere tra pannelli led o plafoniere, ormai ne esistono di mille tipi, molto minimali ed economici, anche se consigliamo di non esagerare con l’assoluto risparmio, la conseguenza sarebbe accontentarsi di led un po' scadenti che andrebbero sostituiti troppo spesso, con finale arrabbiatura degli inquilini. Invece va sfruttata la capacità della lunga vita del led.

Esistono soluzioni ottimali a prezzi ragionevoli.



Per questo vi consigliamo anche di non comprare online o presso grandi magazzini, i quali non vi darebbero una lunga garanzia del prodotto e non investirebbero tempo nel consigliarvi o fare sopralluoghi……

Per le cantine si può optare sempre per corpi illuminanti che ricordano il neon, ma a led! Basta cambiare il piccolo adattatore ed il gioco è fatto! Oppure quelle grandi lampade a bulbo.

Per gli esterni il discorso è diverso, dipende se il giardino o cortile condominiale ha già i suoi corpi illuminanti e allora basta cambiare la lampada al suo interno, oppure se si decide di illuminare con dei fari led. O ancora, se si ha la fortuna di avere un giardino, questo andrebbe valorizzato e illuminato dal basso verso l’alto , magari accanto ad alberi o con dei segnapasso appositi.


Le scelte sono molteplici, l’assistenza per queste ultime, necessaria! Avrete sicuramente la combinazione di funzionalità, risparmio, bellezza e garanzia!



Vi aspettiamo nel nostro Show Room in Viale Somalia 191 per una consulenza gratuita sui tutti i sistemi d'illuminazione a led.



1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

© 2017 Led Edilizia Srl. Powered by MLT Partners.