Illuminare il giardino..da dove iniziare

Finalmente è arrivata l’estate e con essa la voglia di stare all’aperto, ed ora ancora di più! Quindi se fate parte della fortunata categoria che possiede uno giardino piccolo o grande che sia, non potete più procrastinare.. è ora di valutare se avete fatto le cose per bene oppure è il momento di affidarsi a noi per farvi aiutare a rendere il vostro giardino o spazio all’aperto, il più funzionale e accattivante possibile. Ma vediamo alcuni aspetti in particolare:



1. Innanzitutto, è doveroso premettere che non esiste una regola fissa per illuminare una zona, sia essa al chiuso che all’aperto; dipende tutto dalle soggettive preferenze o necessità. Inoltre, la luce ha la caratteristica di illuminare il giardino esattamente come l’interno dei vani, non tenendo conto dei fotoni che rimbalzano contro le pareti bianche o dal colore chiaro che contribuiscono ad aumentare i lux totali.


2.E’ importante anche la scelta delle lampadine Led; tralasciando per ora il discorso relativo alla tipologia e alla potenza espressa in watt, le lampade possono distribuire la luce in modo completamente differente, concentrandola in un’area ristretta oppure disperdendola nelle aree immediatamente adiacenti.

A tal proposito, è possibile illuminare un giardino concentrando molti lumen su di un’area specifica, oppure creando una sorta d’illuminazione d’ambiente più rada e meno intensa.

La differenza fra lumen, lux e watt



Per scegliere le lampade è importante conoscerne i parametri, generalmente indicati sulla confezione:

  • watt: misurano la potenza elettrica. Una lampada da 2 watt è più potente di una da un watt ed è in grado, a parità di tipologia, forma e dimensioni, di emettere una maggiore quantità di luce, espressa in lumen. Per gli stessi motivi, una lampada più potente consuma più corrente elettrica;

  • lumen: misurano la quantità di luce emessa da una lampada. Il lumen esprime la necessità di definire un flusso luminoso visibile, la cui intensità è in grado di illuminare un’area pari a un metro quadrato;

  • lux: definisce la quantità di luce presente su di un’area di un metro quadrato. Per questi motivi 1 lumen per mq equivale a 1 lux, mentre 1 lumen concentrato in un decimetro quadrato equivale a 100 lux (10×10). Si tratta di una distinzione apparentemente inutile, ma in realtà spiega chiaramente all’acquirente che tipo di lampada andrà ad acquistare, cioè se è studiata per concentrare il fascio luminoso in un punto, oppure per illuminare una zona più ampia in maniera meno intensa. Una lampada da 200 lux non illumina di più rispetto a una da 100, semplicemente concentra più luce in un’area più piccola.



Quanti lumen ci vogliono per illuminare un giardino?


Oramai è sperimentato che nei luoghi di lavoro siano necessari almeno 400 lux, un’intensità che permette di vedere chiaramente anche i dettagli; al contrario, in camera da letto possono bastare 150 o 200 lux, mentre in un bagno i valori si attestano intorno ai 250-300 lux.In giardino possono essere validi tutti i valori suddetti; certamente, se intendete arredare una zona specifica per passare piacevoli serate estive, potreste pensare di concentrarvi una quantità di luce di circa 300 lux (più o meno quella di una cucina), creando intorno una piacevole atmosfera più soffice e dispersiva, utilizzando lampade a Led colorate. Gli esempi si sprecano e dipendono dalle vostre necessità, dalla vostra fantasia e anche dalla vostra voglia di sperimentare cose nuove. In definitiva, il consiglio è quello di illuminare il giardino rispettando le seguenti indicazioni:

  • Dove avete predisposto un tavolo e delle sedie per eventuali commensali, utilizzeremo una quantità di luce di almeno 300 lux;

  • Nei luoghi dove avete bisogno di un’illuminazione capace di creare un’atmosfera soffusa e romantica non supereremo i 150 lux.

  • Utilizzate lampade che concentrano maggiormente il fascio di luce in un’area ristretta sopra le zone living ed eventuali vialetti;

  • Evitate lampade troppo grandi, in quanto consumano di più e rendono il giardino più simile a un’area urbana.

  • Se volete ottenere un ambiente festoso che trasmette allegria, optate per le luci a Led colorate, specialmente se in giardino non sono presenti molti fiori o altre piante, grazie alle quali la stessa luce bianca restituisce cromatismi variegati.



Quali lampade scegliere per illuminare un giardino

In commercio esistono molte tipologie di lampada fra le quali spiccano le più moderne ed efficienti in assoluto, i Led; i Light Emitting Diode hanno numerose qualità che li rendono la soluzione più vantaggiosa in assoluto e il perché è evidenziato dai seguenti aspetti:

  • Maggiore efficienza energetica: una lampada a Led da 450 lumen assorbe una potenza di soli 8 watt, rispetto ai 40 watt richiesti da una lampada a incandescenza con le medesime capacità. Le luci fluorescenti (al neon) richiedono solo 9 watt, ma si tratta di luci generalmente ingombranti e chiare, inadatte al contesto tipico di un giardino;

  • Maggiore durata nel tempo;

  • Maggiore possibilità di direzionare il fascio luminoso: oramai la diffusione dei Led ha fatto sì che in commercio si trovino tante lampade diverse e di qualsiasi dimensione ed attacco. Inoltre la luce Led, più vicina a quella del laser, è più precisa e facilmente adattabile.



Abbiamo voluto darvi qualche indicazione per rendere l’idea di come potete giocare anche qui, con i led, ma ci rendiamo perfettamente conto che se voleste ricreare un ambiente più sofisticato, con corpi illuminanti particolari o ricercati, bè da soli risulta un pochino complicato. Ma non desistete!


Noi siamo sempre pronti ad aiutarvi con consulenze personalizzate e su misura per progettare la luce ad hoc per il vostro ambiente prescelto. Inoltre per gli esterni abbiamo delle soluzioni veramente uniche che abbiamo selezionato per i clienti che amano osare un po' di più. Ma per ognuno di voi esiste la soluzione giusta, basta contattarci.




Vi aspettiamo!



44 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti