Il LED come terapia..



Ebbene sì, la luce a led viene usata a 360° e noi non scherziamo quando, sul nostro blog insistiamo sul fatto che è il benessere di ognuno di noi è il cuore della questione.

Se rileggete qua e là gli articoli vedrete che il filo rosso che li lega è il costante accento su ciò che ci può portare del bene. Benessere perché i nostri occhi, grazie alle luci giuste non si stancano più, quindi tornare a casa diventa ancora più piacevole. Ancor meglio se riusciamo a realizzare un vero progetto di installazione dei led fatto da professionisti del settore e quindi avremo anche un livello di bellezza estetica della nostra abitazione e funzionalità ancora più alto..= che bello stare a casa… Vivere anche gli spazi esterni che abbiamo, valorizzarli, non rinunciare al design = vivo il mio terrazzo o giardino, come volevo finalmente! Senza trascurare che tutto ciò fa bene all’ambiente, alla Terra, che nient’altro è che la casa di tutti.


Quindi oggi, vogliamo descrivervi un modo in più di come il led può essere impiegato ( e viene già utilizzato da tempo con grande successo) direttamente su di noi.

Si chiama “LED phototherapy”, ovvero la fototerapia con uso di led.

Come ormai saprete, i led sono diodi luminescenti e sono unità a semiconduttore che rilasciano l’indicatore luminoso, delle lunghezze d’onda differenti, quando una corrente elettrica li attraversa.


La fototerapia è una procedura non invadente e viene impiegata per usi medici ed estetici; è stata usata per trattare un gran numero di problematiche estetiche quali l’acne, la psoriasi, la cheratosi, il tessuto precanceroso e guarigione delle ferite. Aiuta anche a rendere la nostra pelle più giovane ed è ampiamente usato dai dermatologi. Si può anche usare combinata ad altre terapie per combattere vari stati di interfaccia.



Ma come funziona?


Ogni lunghezza d’onda di indicatore luminoso penetra ad una profondità specifica del tessuto dell’interfaccia e quindi le lunghezze d’onda differenti degli indicatori luminosi possono essere usate per trattare problematiche diverse.


Vi sarà capitato di vedere una maschera led di questo tipo e avrete notato che ci sono colori differenti:


Il blu è particolarmente utile nel trattamento dell’acne, mentre la luce rossa è utilizzata nelle procedure di ringiovanimento della pelle. Poi ci sono altri indicatori luminosi come il rosso porporache è potente come anti-invecchiamento; la luce gialla che è ottima per stimolare la circolazione linfatica e la luce verde per gestire la iperpigmentazione. Ma è anche utile per la cura della psoriasi.


Quali sono i vantaggi di questo tipo di terapia? E’ una terapia sicura, indolore, non invadente ed una delle migliori tra quelle che utilizzano l’ultrasuono e radiofrequenza. Non provoca ferite termiche e quindi salvaguardano i livelli epidermici e cutanei dell’interfaccia. Nessun paziente ha mai lamentato rossori o gonfiori a causa di questo trattamento. Inoltre ha un profilo di sicurezza eccellente.


I dermatologi di tutto il mondo lo trattano come un alleato potente ed hanno documentato il successo in termini di interfaccia difficili, compreso eruzioni dovute alla chemioterapia.

E’ una terapia in via di sviluppo ed è già una promessa per il futuro di molti pazienti, da usare in circostanze ancora più diagnostiche e precise .



Certo, forse questo è l’unico prodotto led che non troverete nel nostro showroom, che come sempre vi invitiamo a visitare, ma abbiamo voluto mostrarvi un altro utilizzo di questa luce che non smette mai di stupirci! Forse molti di voi non sapevano nemmeno di questa terapia oppure credevano fosse una cosa inutile e dettata dalla moda del momento. Magari dopo il nostro articolo chiederete al vostro medico o dermatologo tutte le curiosità sui benefici della LED PHOTOTHERAPY

Magari anche questo led fa per voi!



1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti