Idee per illuminare un soggiorno moderno

l progetto illuminotecnico più di tendenza oggi abbina elementi lineari e sobri con pezzi di design più classici ed iconici.La luce deve sempre sposare un’idea di eleganza classica e sobria creando un leggero e sofisticato contrasto con i mobili dal sapore contemporaneo e con il pavimento. Troppa luce è peggio di troppo buio. Per illuminare bene una zona living bisogna partire dal concetto che la luce naturale è il vero protagonista dello spazio.




La luce va accompagnata, modulata, non troppo impedita, resa amica

Se un living è già luminoso di suo, qualsiasi progetto sarà il benvenuto.

Illuminazione soggiorno moderno: gli errori da non commettere per illuminare il living con idee di tendenza e creare la giusta atmosfera che rilassa e stupisce.


§ Usare una sola fonte luminosa per tutta la stanza

§ Aggiungere faretti in ogni dove

§ Usare luce colorata sul tavolo da pranzo

§ Non illuminare il tavolo

§ Non inserire luci di atmosfera che facilitano la conversazione e il relax



Quali sono quindi le 3 Regole Pro per illuminare la zona living?


1. Utilizzare un sistema di illuminazione con più fonti

Nel living andrebbero inseriti almeno:

§ Una o più sospensioni che scendono sul tavolo, a circa 70 cm dal piano.

§ Faretti o barre led che illuminano diffusamente, in controsoffitti o zone nascoste o tagli. Servono per ottenere una luce pura, minimizzando o eliminando la presenza a vista del corpo lampada per percepire, così, solo l’effetto luminoso.

§ Luci di intensità minore, a soffitto dietro le tende o da terra (es. una piantana) che creano atmosfera. Non si può pretendere che un solo lampadario possa assolvere a tutte queste funzioni.

L’area tv deve essere illuminata a debita distanza o con dei led sul retro, o con delle luci di intensità regolabile, in modo da non creare troppe riflessioni sullo schermo.




2. Inserire un elemento “prezioso” che sia protagonista

Nella scelta dei lampadari c’è chi tende a strafare.

Non si possono avere piantane, sospensioni, applique e altro di un design particolarmente elaborato.

Si rischia l’effetto “minestrone”. Dovete decidere, a seconda della grandezza del tuo living, se è meglio avere una sola sospensione sul tavolo di un look particolare o con dei materiali di pregio, o al massimo due, distanziate tra loro. Ad esempio, una sospensione e una piantana. Oppure solo la piantana, o solo la sospensione, o solo le applique. La bravura sta nel modulare abilmente questi elementi ed integrarli con il resto dell’arredamento

I brand più gettonati per la produzione di luci particolarissime sono Penta, Davide Groppi, Luceplan, Cini&Nils, Foscarini, Vibia, Flos, Vistosi, Axolight, Karman Italia, LEDS C4, ICONE, e tanti altri…siamo qui a mostrarveli tutti e consigliarvi; ce n’è per tutti i gusti e tutte le tasche.



3. Illuminazione soggiorno moderno con gli arredi

È un argomento poco usuale, ma di fatto oggi sempre più mobili e complementi hanno dei sistemi luminosi integrati che di fatto si sommano alle luci già progettate.

Pareti attrezzate, nicchie, librerie: le ultime generazioni di arredamenti non sono più completamente buie. Il progetto illuminotecnico deve tener presenti questi elementi, che in genere si collocano nella categoria delle luci di atmosfera.

È bene utilizzare sempre forme lineari e minimali, soprattutto per le applique, che proiettino fasci di luce intensi e suggestivi.



Come già detto, la luce deve essere l’assoluto protagonista. Non dimenticate comunque che un effetto chiaroscuro serve a caratterizzare meglio l’ambiente, rendendo più drammatico ed interessante il risultato.


Quindi, occhio a non strafare!

Ogni casa è stra-ordinaria, non solo in quanto espressione della personalità di chi vi abita, ma anche per la sua capacità di rappresentare, tra le pareti, idee e ideali di una società, di una cultura.

Sull’onda dei continui cambiamenti, anche la casa contemporanea tradisce la tendenza a non voler essere “per sempre”, ma “per adesso” o, almeno, per un futuro breve.

Una temporalità che si legge soprattutto nei particolari: il quadro, il tappeto, il colore delle pareti, l’accessorio, tanto più rassicuranti perché più agevolmente sostituibili, per creare ogni volta una scenografia diversa e ibridare gli ambienti con oggetti che i frequenti viaggi all’estero o gli acquisti on-line consentono di reperire più facilmente.

Una questione di dettagli, con cui la casa indossa sempre un abito nuovo, in cui tutto coesiste e che ha archiviato definitivamente il minimalismo asettico e la sua pretesa semplicità che diventa, invece, spontaneità.


Nella nuova concezione di casa ha sempre più importanza la luce.

La luce definisce i pieni e i vuoti, caratterizza e demolisce, inventa spazi diversi senza dover montare palchetti inutili.La luce in ogni sua declinazione, dalle sospensioni alle applique e alla lampade da terra o da tavolo, adotta tecnologie all’avanguardia e sceglie il design come complice di performance estetiche e di trame sceniche.


Vi aspettiamo in Viale Somalia 191 per una consulenza gratuita.



45 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti