“Dritte” per illuminare la sala riunioni



La sala riunioni è irrinunciabile per determinate attività; da società di un certo spessore, ad uno studio prestigioso con più partners, ma anche a showroom di negozi come il nostro ad esempio.

Illuminarla al meglio è fondamentale poiché favorisce la concentrazione ed il benessere di chi la occupa, e le performance lavorative che verranno svolte al suo tavolo saranno sicuramente spinte al massimo. L’essere umano, infatti, tende ad essere più entusiasta e produttivo in presenza di luce, non quando questa è assente.


La scelta del colore della luce per questo ambiente dovrebbe ricadere sulla luce naturale per svariati motivi che a breve elencheremo; inoltre bisogna trovare anche la corretta disposizione dei mobili e dei dispositivi di illuminazione in generale.

Il fine è evitare fastidiosi fasci di luce, riflessi, riverberi che possono oscurare alcuni punti piuttosto di altri ed è bene orientarli verso Nord ad esempio.


Altro punto fondamentale sono i tendaggi. Non solo a livello estetico delle belle tende fanno immediatamente capire il livello dell’ambiente, ma schermano in modo adeguato i raggi nelle giornate più assolate. Una sala riunioni, solitamente e se è possibile, viene posta in una zona estremamente luminosa per poter sfruttare il più possibile la luce solare, che resta sempre la scelta migliore.



Ovviamente le luci che andrete ad installare devono essere a led! Per tutti i motivi che ormai conoscete a memoria.


E prima di farsi trasportare dall’estetica nella scelta dei corpi illuminanti, dovete valutare i fattori tecnici, ovvero:

- Quanti punti luce sono necessari? In una sala riunioni dovrebbero essere presenti sempre almeno due tipologie di luce: una per l’illuminazione selettiva e una diffusa. Per rendere l’atmosfera rilassante è bene optare per la luce calda.


- Indice di resa cromatica: ha lo scopo di determinare la potenza di una sorgente luminosa, i cui valori oscillano tra 0 a 100. Per avere un’illuminazione ottimale dovreste scegliere una lampada il cui valore si aggiri intorno agli 80 o più.


- Temperatura di colore: qui siamo sicuri sarete preparatissimi! Luce calda, scelta che si attua per invitare gli ospiti a rilassarsi e promuovere la socializzazione ed il dialogo, come anche la luce naturale. Quella fredda incentiva lo sviluppo di nuove idee e la creatività! Quindi la scelta migliore sarà combinare le due versioni, in modo da creare un piacevole contrasto che spinga alla produttività; se non vi piace la luce fredda allora optate per calda + naturale.



Arriviamo alla scelta dei punti luce… che diciamo sempre nei nostri articoli?

La luce può arredare! Perfetto, sfruttate al meglio questo potenziale:


- Se prediligete lo stile classico, potete puntare sui lampadari classici o dallo stile retrò ( ne abbiamo di bellissimi da mostrarvi). Mentre se vi piace più il minimal la scelta cadrà sui pannelli a led, pratici ed eleganti contemporaneamente ( anche qui vi accontentiamo a 360°).


Qualsiasi sia lo stile scelto, la parola d’ordine deve essere buona visibilità! Che deve adattarsi oltretutto alla forma del tavolo che sceglierete. Se è ovale o rettangolare e molto lungo potete optare per molte soluzioni quali faretti sospesi in sequenza, plafoniere rettangolari anch’esse sospese ecc..



Invece se fosse rotondo o quadrato potrete anche scegliere di avere un solo lampadario che tende a svilupparsi in altezza e provvisto di un punto focale centrale. Sarà una scelta vincente perché creerà una piacevole proporzione tra arredo led e piano di lavoro.

Il resto della sala può essere abbellito con piantane snelle che irradino luce calda in alcuni punti specifici, magari accanto a poltrone o divanetti.


Come sempre vi invitiamo nella nostra sala riunioni ben illuminata nella quale potremo dedicarvi una consulenza personalizzata e dettagliata per le vostre richieste. Vi aspettiamo.



7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti